GiocABILI tutti: a Mantova tutti possono giocare!

Gioco dell'inclusione

A giocare son buoni tutti… o anche no. Si inizia sin da bambini con gli strumenti che il secolo o il benessere economico della famiglia mettono a disposizione. Siano cerchi di metallo o complessi trasformabili l’atto del gioco (fatta eccezione per quello solitario che è solipsistico sollazzo) implica un “mettersi in gioco”, trattando con il resto del gruppo i propri diritti e convinzioni. Proprio grazie all’atto ludico e alla simulazione che esso implica, il bambino sviluppa capacità di gestione non solo del proprio corpo ma anche delle relazioni interpersonali e degli effetti sociali scaturiti dalle proprie azioni.

In un periodo storico che ha visto in Italia una riduzione dei sostegni statali alle scuole e strutture educative, una limitazione dell’accessibilità degli spazi di aggregazione pubblici, in ragione di pulizia e sicurezza, diventa fondamentale la riscoperta delle aree verdi per l’equilibrio tra natura e infrastrutture e per la valenza della città quale luogo di incontro. Tanto più i parchi giochi pubblici permettono l’introduzione e l’educazione dei più piccoli al vivere gli spazi della città come cornice in cui esperire, sperimentare e strutturare il loro futuro.

Il riconoscimento del valore formativo del gioco condiviso risulta essere passo fondamentale nel ritrovamento del potenziale aggregativo delle aree verdi e degli spazi gioco all’interno di esse; un processo assolutamente in linea con analoghe dinamiche che nell’ultimo decennio hanno ripristinato e rinnovato aree ed edifici abbandonati o dismessi a livello nazionale e internazionale. Si comprende così la tendenza, recente in Italia, di rinnovo dei parchi giochi pubblici, in un’ottica di accessibilità e fruizione integrata da parte di tutti i bambini.

Si diffonde quindi il concetto di parco inclusivo, un’area all’interno del verde priva di barriere architettoniche, con una pavimentazione che attutisca eventuali impatti e all’interno di cui la maggioranza delle giostre siano fruibili anche da bambini con vari gradi e tipologie di disabilità. Ecco che i parchi giochi da strutture verticali vengono distribuite orizzontalmente, in modo analogo al modello di edilizia di Los Angeles, che vede la distribuzione sul territorio di abitazioni, spazi e servizi. Si offre così l’opportunità per i bambini di giocare assieme e costruire tutti un futuro in cui la parola integrazione sia sorpassata dalla sistematizzazione di tale prassi.

I progetti di inclusione dei bambini disabili nei momenti di gioco all’interno dei parchi offrono vari approcci sintetizzabili in due principali scuole di pensiero: una punta sul minor impegno economico e progettuale proponendo l’inserimento all’interno di spazi ludici esistenti di migliorie o giostre per bambini disabili, esemplificabile con l’introduzione dell’altalena per sedia a rotelle, l’altra modalità propugna con un processo più lento e costoso il rinnovo dei parchi giochi con modifiche sostanziali, dalla pavimentazione alla sostituzione di gran parte delle giostre con modelli fruibili da gran parte dei bambini.

A perseguire questo secondo modello punta il progetto GiocABILI tutti: a Mantova tutti possono giocare di Lions Club Barbara Gonzaga con la collaborazione dell’Associazione RUM Ri-animazione Urbana Mantova e lo studio Mela+a che punta alla sensibilizzazione della cittadinanza rispetto al tema dell’accesisbilità e mira a concretizzare attraverso il rinnovo delle aree ludiche mantovane in parchi giochi inclusivi. GiocABILI tutti ha trovato prima concretizzazione all’interno del progetto del Comune di Mantova per lo svecchiamento delle due aree giochi di Piazza Virgiliana, indirizzando grazie a una sensibilizzazione e ad un sostegno economico l’installazione di giostre inclusive per i bambini si età 2-6 anni. Un primo passo verso il rinnovo della mentalità e la formazione di una società per tutti.

 

RUM Rianimazione Urbana Mantova

About RUM Rianimazione Urbana Mantova

Siamo cinque giovani con formazioni ed esperienze lavorative differenti. Ci occupiamo di progettazione per la valorizzazione di Mantova. In ogni progetto che seguiamo mettiamo passione ed impegno. Lavoriamo in team perché cinque teste sono meglio di una ed il confronto continuo aiuta sia la crescita professionale della persona che lo sviluppo dei progetti ed ognuno di noi dà sempre il massimo. L’unione delle nostre competenze, tra loro così diversificate, facilita ancor di più il raggiungimento degli obiettivi. Ogni progetto di cui ci facciamo carico viene cullato e nutrito fino alla sua messa in atto. Offriamo serietà e professionalità, ascolto, consulenza e assistenza, impegno e perseveranza: tutto per raggiungere i tuoi obiettivi. IL NOSTRO METODO di lavoro consiste nel mettere in rete e coordinare gli attori del territorio, perché crediamo che la cooperazione porti a risultati migliori e duraturi.

Leave a Reply