Mantova lavora per la rigenerazione urbana. Annoverato il progetto “Imprese per i beni comuni” nello Studio di Indis e Unioncamere

Imprese Laboratorio

Anche Mantova è annoverata nello Studio condotto da INDIS e Unioncamere PROGETTI INNOVATIVI PER LA RIGENERAZIONE URBANA – Esperienze di rivitalizzazione e orientamenti verso “Europa 2020” !!!

Il progetto “Imprese per i beni comuni” presentato in questo studio, scelto tra le tante iniziative che le Camere di commercio hanno segnalato, è stato presentato alla manifestazione nazionale Urbanpromo 2014, l’evento culturale di riferimento sul grande tema della rigenerazione urbana, e ora è possibile scorrerlo sul sito di Urbanpromo in cui sono presenti le schede e, registrandosi, è possibile vedere anche tanti altri progetti.

L’obiettivo dello Studio è quello di approfondire ed illustrare le vitalità dei territori che adottano politiche sostenibili e nuovi paradigmi per migliorare la qualità del vivere urbano delle imprese e dei cittadini.

Qui emerge un panorama conoscitivo dell’ampia varietà di iniziative che il sistema camerale nazionale ha dedicato ai temi dello sviluppo delle aree urbane, con una particolare attenzione alle leve di crescita delle imprese come, ad esempio, le potenzialità dell’e-commerce, o i nuovi modelli di rigenerazione attuati attraverso le reti sinergiche delle PMI del commercio e dei servizi.

I progetti evidenziano una tensione progettuale e realizzativa concentrata su nuovi modi di promuovere lo sviluppo locale e l’uso (e il riuso) delle risorse territoriali e culturali. Progetti di riqualificazione urbana in cui si coglie lo sforzo di un “processo” di innovazione delle tecniche di intervento, delle modalità di progettazione delle politiche, delle forme di cooperazione e di coinvolgimento delle forze sociali e dei soggetti pubblici e privati.

Il progetto mantovano Laboratorio di co-progettazione “Imprese per i beni comuni”, promosso dal Tavolo della Cooperazione della Camera di commercio di Mantova, ha avuto l’obiettivo di valorizzazione del ruolo dell’impresa nella gestione condivisa del patrimonio culturale. L’impresa, infatti, può essere il nodo centrale di una rete che permetta a cittadini, istituzioni e terzo settore di dialogare per mettere a sistema le risorse e competenze che ciascun soggetto possiede per realizzare un’efficace conservazione e valorizzazione dell’eredità culturale di un territorio, considerata un bene comune.

Il progetto ha fatto emergere le potenzialità del patrimonio culturale territoriale, materiale e immateriale, attraverso forme di promozione dell’innovazione sociale e della creatività giovanile come motore di sviluppo socio-economico locale.

L’obiettivo specifico del progetto è stato quello della creazione di un “laboratorio di governance” che ha fatto leva sulla creatività giovanile per la sperimentazione di soluzioni condivise con lo scopo di evidenziare le potenzialità che la cura condivisa dei beni comuni culturali può sprigionare per attivare un processo di ridefinizione o valorizzazione dell’identità locale e territoriale.

 

PromoImpresa-Borsa Merci

comantova

About comantova

Leave a Reply