(O)URS 2.0: uno strumento per riCOnquistare gli spazi pubblici della città di Mantova

By maggio 21, 2015CoMantova

ours

Fattori molteplici quali la crisi economica, la transizione energetica e la riduzione delle risorse stanno progressivamente trasformando le città imponendo agli attori coinvolti un cambiamento di rotta per innescare processi di rigenerazione urbana di qualità e in grado di rispondere ai nuovi fabbisogni. Tali processi non possono prescindere dal coinvolgimento di chi vive questi luoghi e dalla riprogettazione degli spazi pubblici, definiti dal “Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio” come beni culturali e ritenuti dalla “Convenzione Europea del Paesaggio” una componente fondamentale del patrimonio culturale e naturale dell’Europa.

Tali spazi sono sottoposti a fenomeni di degrado e necessitano di una costante attività di valorizzazione e manutenzione per migliorarne la fruizione, compatibilmente con il valore storico-culturale dei luoghi. Lo spazio pubblico rappresenta infatti il contenitore fisico di tutto ciò che accade nell’ambito urbano ed è importante che la collettività possa viverlo e identificarsi in esso perché, come ribadito anche nella “Carta dello spazio pubblico”, l’identità propria di uno ‘spazio’ fa sì che questo si tramuti in un ‘luogo’ nel quale la comunità può riconoscersi. Piazze, strade e spazi verdi sono quindi beni comuni e la collettività è chiamata in prima persona a prendersene cura.

Per tali motivi il progetto di ricerca (O)URS 2.0 ha studiato un percorso di riappropriazione e riprogettazione degli spazi pubblici denominato “Prenditi cura della tua città passo dopo passo” volto a carpire i desiderata della cittadinanza mantovana in merito ad alcuni spazi critici stabiliti con l’Amministrazione. L’obiettivo di (O)URS è infatti quello di avviare processi di rigenerazione dello spazio pubblico attraverso l’attivazione di momenti di ascolto attivo delle esigenze dei city user che vengono raccolte con strumenti specifici e successivamente elaborate al fine di predisporre un progetto preliminare di riqualificazione di tali spazi.

Il progetto di ricerca (O)URS è sviluppato da Unità di Ricerca T.E.MA. Technology Environment and Management – del Laboratorio Ricerca Mantova del Politecnico di Milano – Polo Territoriale di Mantova, con il sostegno dell’Ufficio Mantova e Sabbioneta Patrimonio Mondiale UNESCO, il patrocinio di Camera di Commercio Mantova, Provincia di Mantova, Fondazione Cariplo, For.MA Formazione Mantova, in collaborazione con Co-Mantova. Da anni l’Unità di Ricerca T.E.MA. è attiva sul territorio mantovano e svolge attività di ricerca, consulenza e formazione attraverso progetti, svolti per conto di enti e istituzioni pubbliche e imprese private, che fanno riferimento alle seguenti aree di intervento: innovazione e trasferimento tecnologico; ambiente e competitività territoriale; tecnologie per la valorizzazione del patrimonio culturale; progettazione tecnologica ambientale; settore delle costruzioni e produzione edilizia; capitale umano.

Il campo di applicazione del progetto (O)URS 2.0 è lo spazio pubblico aperto all’interno del “Sito UNESCO Mantova e Sabbioneta”, iscritto nella “Lista del Patrimonio Mondiale” nel 2008 anche perché la sua forma urbana è testimonianza eccezionale di una particolare civiltà in uno specifico periodo storico. Le due città sono infatti un elemento di eccellenza della cultura umanistico-rinascimentale in quanto rappresentano le due principali forme urbanistiche del Rinascimento, ovvero la trasformazione di una città esistente e la città di nuova fondazione.

Il progetto (O)URS si articola in 3 fasi: analisi e lettura dello spazio individuato; raccolta delle segnalazioni dei city user che possono esprimere le proprie esigenze e criticità legate ai singoli spazi pubblici in termini di accessibilità, fruibilità e attrezzamento urbano; rielaborazione delle segnalazioni e loro traduzione in un documento di progettazione preliminare attento all’accessibilità, alla fruibilità, alla qualità urbana e al carattere storico-culturale e identitario dello spazio pubblico.

In collaborazione con l’Ufficio UNESCO Mantova e Sabbioneta, sono stati selezionati dieci spazi pubblici della città di Mantova caratterizzati da molteplici criticità in termini di accessibilità, fruibilità e qualità urbana. Tra questi spazi è stato preliminarmente individuato Piazza d’Arco come il primo spazio pubblico sul quale intervenire sviluppando il progetto di rigenerazione.

La partecipazione dei city user è stata guidata con l’ausilio di strumenti realizzati ad hoc secondo tre livelli di segnalazione da parte dei city user: la scelta lo spazio sul quale vorrebbero intervenire (tra i dieci pre-individuati), la segnalazione delle criticità legate all’attrezzamento urbano e la proposta circa cosa farebbero per lo spazio pubblico oggetto di analisi.

Nell’ambito degli eventi “Prenditi cura della tua città passo dopo passo” ai city user viene chiesto di proporre la propria idea per avviare una progettazione partecipata dello spazio pubblico. La modalità del ‘gioco’ favorisce l’approccio degli utenti a un tema il più delle volte poco noto e ritenuto campo esclusivo di tecnici e progettisti. Il city user può infatti ‘giocare’ con gli strumenti messi in campo da (O)URS: in “Aiutaci ad analizzare questo spazio!” l’utente può segnalare le proprie esigenze rispetto alla fruizione di uno spazio pubblico della città spostando le icone dell’attrezzamento urbano sul modellino dello spazio pubblico indicando se aggiungere, intervenire o eliminare l’elemento in questione (verde per aggiungere, giallo per intervenire, rosso per eliminare); attraverso “Cosa faresti per questo spazio?” l’utente può inoltre specificare utilizzando dei post-it per indicare “cosa piace” dello spazio pubblico oggetto di analisi, “cosa non piace” di tale spazio e “cosa farebbe” per tale spazio; in “Scegli lo spazio!” l’utente può scegliere lo spazio pubblico sul quale vorrebbe intervenire, selezionandolo tra quelli preselezionati dal team di progetto, attaccando la “Card dello spazio” scelto sul lato interattivo del pannello e specificando le motivazioni della scelta.

A corredo degli strumenti ‘gioco’ vi sono anche dei pannelli descrittivi che narrano la storia e i caratteri identitari dello spazio pubblico oggetto di analisi. In questo modo è possibile non solo raccogliere proposte e indicazioni in termini progettuali dello spazio pubblico oggetto di lavoro, ma anche sensibilizzare all’importanza dello spazio pubblico come bene culturale e bene comune.

(O)URS ha partecipato agli eventi “Rigeneriamo la piazza” in Valletta Valsecchi (oggetto di analisi era Via Ariosto), “Festival della cooperazione” e “Natale con UNESCO” a Mantova (oggetto di analisi era Piazza d’Arco): in entrambi i casi gli utenti hanno risposto positivamente alla sfida di riprogettazione dello spazio pubblico, dimostrando con le proprie proposte di aver capito l’importanza di valorizzare lo spazio pubblico attraverso interventi volti a migliorarne la qualità urbana e l’illuminazione, renderlo più accessibile, fruibile e liberarlo da un attrezzamento eccessivo e da un traffico poco concorde col valore storico-culturale del luogo.

Per avere maggiori informazioni su (O)URS e restare aggiornati sulle attività proposte è possibile consultare il sito internet http://www.oursproject.it/ e il canale You Tube “OURS 2.0 Mantova”.

 

(O)URS, Unità di Ricerca TEMA, Laboratorio Ricerca Mantova, Politecnico di Milano-Polo Territoriale di Mantova

comantova

About comantova

Leave a Reply